Milan-Inter: i 13 buoni motivi per andare a San Siro

Anche in questo momento storico grigiastro, forse non c’è bisogno di ricordare ai milanisti i buoni motivi per andare a San Siro. Eppure, sarà che siamo affezionati al nostro Tempio, sarà che nel momento del bisogno occorre raddoppiare gli sforzi, sarà perché ti amo, ecco una nuova rubrica dal titolo volubile come i nostri umori settimanali: “13 Reasons Why”, se siete appassionati di serie tv, o “Tredici buone ragioni” come canta Zucchero, che negli anni ha sempre ribadito l’importanza di qualcuno che gli accendesse un Diavolo in sé.

  1. Se volete far vedere che siete superiori al risultato, quale posto migliore dello stadio? A casa nessuno lo noterebbe. Invece, andate lì a ostentare disinteresse: portatevi un buon libro, o l’ultimo cruciverba di Bartezzaghi, magari anche le forbicine per le unghie.
  2. Le foto dallo stadio sono sempre molto apprezzate sui social: la vostra pagina instagram finalmente decollerà – specialmente se fotografate verso est, se siete in tribuna rossa, o verso ovest, se siete in tribuna arancione.

    Facce che non vedrete. Che nostalgia, già. Ma di chi dei due?

  3. Con un po’ di fortuna potrete assistere al primo gol di Ante Rebic, che proprio sabato compie 26 anni e potrebbe diventare il primo milanista in 110 anni di derby a segnare nel giorno del suo compleanno. Davvero, oh: abbiamo controllato derby per derby, milanista per milanista.
  4. Incontrerete una persona speciale di fede opposta, come in “Eravamo in centomila” di Adriano Celentano, vi innamorerete follemente e tra quarant’anni riuscirete a vendere a Mediaset uno show televisivo costosissimo di pura fuffa.
  5. Cercherete con lo sguardo Mauro Icardi e NON lo troverete. Decidete voi se la cosa vi creerà sollievo o delusione – in fondo anche Maurito ci ha fatto passare momenti di grande sollazzo.
  6. Cercherete con lo sguardo Wanda Nara e NON la troverete. Decidete voi se la cosa vi creerà sollievo o delusione – però troverete Pierluigi Pardo.
  7. Non sentirete la telecronaca, e sarà uno dei rarissimi momenti della vostra esistenza non commentati da Pierluigi Pardo.
  8. Appurerete la regolare presenza da titolari di quei tre-quattro-cinque giocatori dell’Inter che a ogni derby sono immancabilmente IN DUBBIO, attaccati con le unghie a una presa d’alimentazione, ma poi scendono in campo tirando scaldabagni a ogni pié sospinto.
  9. Assisterete alla regolare metamorfosi di quel somaro di Antonio Candreva in un sontuoso destriero e vi rivolgerete all’Altissimo sacramentando perché solo con noi si trasforma nel Beckham di Tor de’ Cenci;
  10. Sabato sera a Milano le previsioni annunciano bel tempo, mentre da domenica pioverà e si abbasserà la temperatura, e non solo: il derby successivo sarà a febbraio, farà freddo. Raramente il derby si sarà giocato in un clima così eccellente.

    Potreste anche vedere prodigi atletici come questo.

  11. A ogni decisione dell’arbitro, favorevole o sfavorevole che sia, potrete vedere dall’alto, eventualmente riflessi nei suoi capelli, i sorrisi ironici di Antonio Conte, vittima di un accerchiamento mediatico e di un gioco al massacro istituzionale troppo più grande di lui.
  12. Se andrà male, Marco Giampaolo vi inviterà a sdrammatizzare, vi ricorderà che nella vita i problemi sono ben altri e offrirà un giro di limoncello a tutti quelli affacciati sul ballatoio del primo anello rosso.
  13. Vedrete i cuginastri in visibilio per Skriniar, il difensore insuperabile più superabile che ci sia, e capirete perfettamente la loro ossessione per qualsiasi cosa o persona chiamata Milan.
  14. L’ultima ragione è a scopo promozionale, ma siamo certi possa starvi a cuore. Da quest’anno potrete comprare i biglietti anche all’ultimo minuto, risparmiando nel caso anche un po’ di soldini, andando sul sito https://www.ticketag.it, selezionando la partita che desiderate e usando come codice sconto COMUNQUEMILAN. Avanti, tutti a San Siro.

Quanti biglietti? Uno solo? Certo che puoi. Ma anche se sappiamo che è bello guardarla, tu dovresti giocarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.