Ipermercato n.5. Stanno uccidendo i nostri sogni

Non si vive di solo pane. Come pensano, questi Fassone e Mirabelli, questa proprietà CINESE (qui, da scafati opinionisti social, inselite a vostlo piacimento splezzanti battute con palole senza R) (consonante che da sempre sancisce la superiorità della nostra civiltà) di arrivare al nostro cuore, alla nostra fantasia, se continuano istericamente a comprare giocatori? Che ne è delle voci, le manovre, i sussurri, i bisbigli, i rantoli, i colpi di tosse, le convulsioni di mercato? Che ne è dei RUMORS??? Non preoccupatevi, amici: gli esperti di mercato di ComunqueMilan hanno lavorato come pazzi, come dementi, come autentici rimbambiti, come colossali imbecilli per fornirvi quello che fa la differenza tra sterili compravendite e un autentico, visionario MERCATO.
Iniziamo dal Real Madrid: è meglio che dorma preoccupato. Secondo AS il Milan andrà su Modric a gennaio. Ma secondo Calciomercato.com (che voi non dovreste confondere con Calciomercato.it) (a noi capita, ma non diteglielo mai) il 31enne croato “è una pedina chiave per la struttura di Zidane, MA”
(ecco il MA)
“quest’anno potrebbe centellinarlo. L’età del giocatore POTREBBE”
(ecco il POTREBBE)
“spingere la dirigenza madridista ad accettare eventuali offerte, MA”
(ecco un altro MA)
“le difficoltà di un’eventuale contrattazione nascono dal fatto che Modric vuole giocare la Champions”.
…Modric, sei ceramente un semplicione. Ma da quelle parti c’è anche Morata: secondo Tuttosport “Bonucci avrebbe chiamato l’ex compagno di squadra davanti ai dirigenti rossoneri facendogli capire la bontà del progetto milanista”. Evvedi che piglio: è appena arrivato, e non solo è diventato capitano: è anche un po’ direttore sportivo. Viceversa secondo Sky nei confronti di Morata “il Milan è freddo” perché “il Real Madrid lo valuta 90 milioni, e ne ha rifiutati 85 dal Manchester United”. Ma quale modo migliore di fare uno sgarbo al Real, se non portare soldi al Barcellona? Secondo Don Balon, “il duo Mirabelli-Fassone potrebbe tentare l’offensiva per Ivan Rakitic”, che il club blaugrana sacrificherebbe per tirare su i 100 milioni di euro che il PSG vuole per Verratti. E quale modo migliore per fare uno sgarbo al PSG se non uscire dalla corsa a Blaise Matuidi? Per La Repubblica, il Milan si è sfilato per fare uno sgarbo a Raiola.
(avete mai visto una società più sgarbata? E non è finita)
Visto che il Borussia Dortmund non molla Aubameyang il Milan sta provando a fargli uno sgarbo trattando Renato Sanches con il Bayern Monaco; per Calciomercato.com (che dà notizie calcistiche, per esempio, sui sorteggi, nel modo brillante che illustriamo qui sotto) la società ha offerto un prestito biennale con obbligo di riscatto, ma “il Bayern vuole 60 milioni”. Tipico, meschino pragmatismo tedesco – ben diverso dal senso pratico di Urbano Cairo, che su Belotti ha messo una clausola rescissoria a 100 milioni, ma non per tutti: come spiega il presidentissimo a Tuttosport “C’è una clausola per cui, se arriva una squadra dall’estero e porta un ammontare di 100 milioni io sarò costretto a venderlo” (occhio a non fare l’offerta di ritorno dalla Cina, in quel caso il Milan arriverebbe dall’estero). Le ipotesi sono:
1) 80 milioni cash (Tuttosport)
2) 60 milioni più Niang e Paletta (Repubblica)
3) 45 milioni più Niang e Paletta (Sky)
Dicono che Cairo abbia trovato intrigante quest’ultima offerta, e forse controproporrà 10 milioni più Paletta. E questo perché anche lui teme di finire nella nostra temibile rete di sgarbi – che potremmo attuare offrendo decine di milioni alla seconda squadra torinese per Cuadrado, uno che vale almeno quanto Cristiano Ronaldo, visto che nella Juve è una riserva. Per Tuttosport la Juventus si priverebbe del giocatore dalla gravità tutta sua in cambio di 20 milioni più De Sciglio. Beninteso – avverte l’interessante esperimento sociale torinese – “la trattativa con la Juventus per De Sciglio entrerà nel vivo nel giro di due settimane”. Carino che rispettino i tempi di reazione del nostro giocatore davanti agli attacchi avversari.
Nel frattempo, la nuova proprietà è alle prese con un tipo di operazione particolarmente complessa, per la quale non sappiamo se questi cinesi abbiano lo spessore necessario, che apprezzavamo in uomini d’altri tempi. Un parametro zero: Rachid Ghezzal, fratello di Ghezzal (ma sì, Ghezzal), che ha concluso il suo rapporto col Lione e ci si sta tirando dietro – anche se mai quanto il povero Kalinic, che rischia di rimanere l’unico a non andarsene da Firenze, proprio lui che era stato il primo a dire che voleva venire al Milan fin dai tempi in cui ci diceva di no Keita. Come dite? “Keita, Ki?”
.
In uscita. Secondo Tuttomercatoweb gli obiettivi del Torino sono Zapata, Paletta e Niang. Converrete con noi che una squadra che sogna così in grande non può imperniare il suo progetto su un Belotti qualunque. Però se vogliono sostituire il Gallo col Pollo che ci facciano un’offerta seria, perché Niang si trova, secondo Mediaset Premium, “a un passo dal Fenerbahce”: per il francese pronto un quadriennale da 3,5 milioni a stagione”. I maggiori assicuratori turchi sono già in fibrillazione. Paletta poi, ci dice la Gazzetta dello Sport, è “nel mirino del Valencia ma c’è ancora distanza tra domanda e offerta”. Gli spagnoli offrono due milioni, il Milan ne chiede cinque. Amigos, sgombrate la mente e pensate a una cosa sola: Cr7 contro P5. Oltretutto, Tuttomercatoweb svela che “Secondo quanto appreso dal nostro direttore Criscitiello” (il grande Criscitiello, l’irreprensibile Criscitiello) la Fiorentina tenterà un “affondo per Paletta”, e quando quelli affondano, raga, affondano proprio. Però se Palettone andasse in Spagna, e ci finisse pure Mati Fernandez, che “piace al Betis Siviglia”, finalmente la Liga avrebbe un qualche motivo di interesse.
Per chiudere: bomber Cutrone per ora non va a Verona – del resto, con Cerci Cassano e forse persino Muntari, evidentemente hanno ambizioni precise. il Tottenham e il Wolfsburg avrebbero fatto offerte per Suso, ottenendo risposte sgarbatissime. Donadoni cerca un centrocampista e stando a Il Resto del Carlino pensa a Josè Mauri del Milan (delle due l’una, però, Dona: o cerchi un centrocampista, o pensi a José). Infine, secondo Sky, alla Juventus piace Locatelli. Avremmo un’idea migliore: vendicatevi per Bonucci e toglieteci il nostro simbolo, capitan Montolivo. Sì, fateci male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.