Watchmen: uomini forzati per tempi forzisti. Torino-Milan 2-4

Vediamo Mattia DeSci che la da in mezzo al campo a Robirobinho… Robirobinho di prima per il Noce… (silenzio di tomba) …Siamo noi che regaliamo palla a Santana, incredibile. Incredibile, incredibile, incredibile. Incredibile.
Incredibile.
Queste son proprio le cose che facciamo noi. Dai Antonio, su… Torino in vantaggio con un regaloooouh assurdo. Va bene! Vanno tutti a rincuorare Pazzini i nostri giocatori, ambiente sano, spogliatoio maturo. 
(Mauro Suma, reazioni di fronte alle avversità: 1) tremito 2) ansia 3) nervosismo 4) tachicardia 5) sudore 6) nausea 7) pessimismo 8) irritabilità 9) esperienze extracorporee e 10) lapsus linguae il cui contenuto latente coincide solitamente con il rancore viscerale e indiscriminato verso gli ex-interisti)

Noi regaliamo. Regaliamo a tutti. Nessuno regala a noi ma noi regaliamo a tutti. Come mi piacerebbe anche a me, una volta, avere un regalo. Da qualcuno.
(Mauro Suma, non piangere, Gesù Bambino pensa anche a te. Anzi, sopratutto a te)

RobinHood! RobinHood! Un gol meraviglioso! Ondulamento e ballo davanti al portiere del Toro e pareggio del Milan! Meritato perché il Toro non aveva fatto niente! E aveva ragione Franco Ordine che è stato sbertucciato e aveva detto: “Andrà in gol Robinho!” Bravo Franco! Bravo Franco! E’ un maestro di giornalismo!
(Cristiano Ruiu ha il maestro che si merita)

Mattia. Mattia, Robi. Robi. GOL! ROBI! HA PAREGGIATO ROBI! (Cantando) Ha pareggiato Robi e io torno a vivere-la-vita! Happareggiato Rooobi e si torna agguardare il cielo! Happareggiato Robi e torna dritto fuori il sole!
(Mauro Suma intona una mostruosità probabilmente ideata, composta e interpretata da Lui medesimo al momento del gol)

Amon-Ra, Amon-Ra, entra in area Amon-Ra…e poi dà questo pallone… e c’è il gol di Nocerino! l’avevo chiamato! L’avevo chiamato! Nocerino! Schiaccianoci! Nel primo tempo l’avevo detto! E’ lui che merita il gol! E’ lui che merita il gol! Schiaccianoci Nocerino!
(Carlo Pellegatti, l’uomo che i gol li chiama dall’alto)

Noce-rino! Noce-rino! Si ri-sca-tta! Si ri-sca-tta! No-ce-ri-no si-ri-sca-tta!
(Tiziano Crudeli, la svolta pedagogica: prima lezione: il meraviglioso mondo delle sillabe)

Nocerino! Nocerino! E stiamo vincendo anche contro la squadra più onesta della città di Torino! Nocerino l’ha messa e voliamo! Veniamo a prendervi tutti, veniamo a prendervi tutti, senza ruberie!
(Cristiano Ruiu, prima di tutto l’etica e la dignità)

ANTONIO NOCERONE! E’ tutto tuo Antonio! Goditelo! Goditelo Antonio! Col primo gol ci hai svegliati, col secondo 2 a 1! Nocerinooo picchiadurooo facciungol! Ooooh Nocerinoooh io cantoooh è bellooo perché Antonioooo ci ha svegliatooo! OOO!

(Mauro Suma, mentre la parola “imbarazzo” esce da ogni vocabolario con un fagotto sulle spalle)

GOHOHOHOL! GOOOL! Grazie Presidente. PAZZINI L’HA MESSA! SEI GOL IN CAMPIONATO! L’HA MESSA! Dopo una prestazione un po’ scialba. L’HA MESSA!
(Tiziano Crudeli lancia messaggi subliminali)

Ci sono tanti arbitri, c’era Bergonzi, vediamo, vediamo. Non lo so, Pazzo non fa niente, è l’avversario che si frappone e cade! Non so se c’è un colpo di Pazzini. Contro di lui. Vediamo! …forse sì, forse sì, forse qualcosa gli ha fatto, forse qualcosa gli ha fatto. Forse qualcosa gli ha fatto. Va bene, ragazzi, eeee…!!! Hanno convalidato e insomma…eravamo già 2 a 1 per noi. Gol di Pazzini.
(Mauro Suma, il chierichetto sorpreso a rubare le offerte in chiesa)

Scaccopazzo! Scaccopazzo! Scaccopazzo!

(Carlo Pellegatti: certi soprannomi vengono ispirati direttamente dalle muse. Altri, NO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.