Martedì 16 settembre 2014 – STASERA IN TV

RaiUno, 21.15
NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE
(L’irresistibile comicità di Rocco Papaleo. Dico davvero, non sono mai riuscito a resistere più di un minuto e mezzo)

RaiDue, 21
LOL
(Questo programma dev’essere costato VERAMENTE poco)

RaiTre, 21.05
BALLARO’
(Il programma senza Giovanni Floris)

ReteQuattro, 21.15
LA BIBBIA
(Protagonista della puntata di stasera, Nabucodonosor, il cui nome ricorda quelle squadre contro la quale viene sorteggiata di solito l’Inter)

Canale 5, 21.12
I CESARONI
(Quattro amici – Previti, Maldini, Prandelli e Cremonini – nella loro vita de tutti i ggiòrni, còlla sempliscità ma anche er core d’ée persone schiétte) (detto tra noi, il tedio di Cremonini in mezzo agli altri tre dev’essere indicibile)

Italia Uno, 21.10
CHICAGO FIRE
(Una curiosità: la serie, giunta alla terza stagione, è girata nella città americana di Chicago)

La7, 21.10
DIMARTEDI’
(Il programma senza Ballarò)

RaiMovie, 21.15
THE QUEEN – LA REGINA
(Helen Mirren ha preso, per questa interpretazione, tutti i premi del mondo – dall’Oscar al Pallone d’Oro) (uno scandalo che non sia stata premiata la Regina medesima per aver interpretato se stessa in occasione delle Olimpiadi di fianco a James Bond – altro che i cattivi di 007, altro che Lo Squalo o Goldfinger)

IRIS, 21
PAT GARRETT & BILLY THE KID
(Uno di quei western di Peckinpah in cui i veri uomini si crivellano come gruviera perché questo è quello che facevano i veri uomini prima che inventassero il campionato)

RAI YOYO, 22.30
PEPPA PIG
(Tra gli episodi di stasera, il party di addio di Madame Gazzella, con la reunion a sorpresa della sua rockband. Nella versione originale, Madame Gazelle ha un accento marcatamente francese, ed è stata anche la maestra di Papà Pig. Ora, data per un maiale una vita media di vent’anni, e collocando l’infanzia di Papà Pig negli anni Zero, è possibile che il gruppo, le Rocking Gazelles, sia stato rivale delle Plastiscines, anche se è chiaro dal loro sound rétrobeat che non hanno mai scelto di ammiccare all’ambiguo suono “alternativo” francese) (tra l’altro le altre due componenti del gruppo convivono in un elegante chalet sulle Alpi, il che – al di là delle eventuali considerazioni sulla matrice lesbica della band – solleva la questione dei motivi dello scioglimento del gruppo: forse la verità è che Gigi Gazelle, chitarra solista, è stata buttata fuori – per inaffidabilità? – come Brian Jones; ma invece di venire a galla in una piscina due giorni dopo, si è rifatta una vita come insegnante. Ma per quanto si possa essere lieti del suo reinserimento nella società e in un ruolo più che rispettabile, ci chiediamo se Mamma Pig non sia preoccupata dei chiari sintomi di plagio infantile manifestati da un personaggio che probabilmente ha alle spalle problemi di droga e di alcool: Peppa è già di suo incline allo scontro, all’egocentrismo, alla devianza, ben oltre gli accettabili ambiti di perversa polimorfa freudiana) (e non v’è chi non veda che Papà Pig ha abusato di droghe cosiddette “leggere” per anni) (in ogni caso, non sembra contestabile il fatto che Gigi Gazelle suoni una Fender Stratocaster, cosa che rafforza l’approccio vintage delle Gazelles)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.