Milan-Verona 2-2: le Pagelle Che Non Lo Erano

Essendo l’8 marzo, a chi potevamo dedicare le nostre Pagelle Senza Voti se non alle damigelle che il nostro Presidente ha riempito di soldi in cambio di prestazioni un po’ sconce? In fondo, che differenza c’è? Anzi, chissà se non è il caso di mettere in campo le Olgettine al posto dei tizi che si arrabattano in campo senza costrutto. Chissà se anche loro si sarebbero fatte fottere così facilmente.

DiegoLopez – IOANA VISAN
“Nel 2010 Berlusconi mi diede 10mila euro. Per il mio onomastico”. A differenza del boss, non sappiamo bene in che giorno cada Santa Ioana – ma sappiamo che ieri sera non siamo riusciti a festeggiare san Diego: anche se non ha colpe sui gol (…per quanto prendere un cucchiaio sia sempre brutto – da Toni, per di più!) le incertezze sembrano in aumento (due uscite da angoscia sulle palle alte).
Bonera – SILVIA TREVAINI
Il suo contributo non spicca né in fase difensiva né sulla fascia, però è difficile trovare motivi per dargli addosso (anche se ci piacerebbe). Un po’ come la ex miss Muretto diventata giornalista a TgCom24, fa il suo onesto mestiere. Lei, per il suo onesto mestiere, ha avuto del Presidente “bonifici per un ammontare di 800mila euro, una cosa del genere”. Forse Oriana Fallaci e Aldo Maldera guadagnavano meno, ma sicuramente non erano bravi come loro due.
Paletta – BARBARA GUERRA
Quella fotografata vestita da sexy-poliziotta. Lui in effetti si candida a fare il poliziotto della nostra difesa (e nel secondo tempo, davanti a un San Siro attonito, si produce in un coast to coast alla FrancoBaresi), ma si sa che in una società malata i criminali hanno gioco facile. 
Mexes – RUBY RUBACUORI
L’apparizione dell’ex fuorirosa è fonte di imbarazzo, e la prova che non c’è più nulla di sacro. Però è innegabile che il casino che riesce a combinare è degno di attenzione: procura il rigore, procura l’autogol del 2-1, rischia di segnare un gol da antologia. Questo quando attacca. In difesa, per contro, si segnala per un pauroso rinvio di tacco su un cross e per come concorre al buco del 2-2. Forse tutta la sua vita è un equivoco: forse non è un difensore, è una punta pesante. Forse è pure egiziano.
Antonelli – GEMELLE DE VIVO
Da quando è arrivato da noi, sull’Isola dei Famosi, sembra abbia cominciato a sdoppiarsi: ogni tanto sembra imbroccare la folata giusta, ogni tanto si fa inconsistente. Dà una certa sensazione di vivacità, ma forse è solo perché a un certo punto, nel secondo tempo, lo scopriamo centravanti – con Poli seconda punta.
Poli – MARYSTHELLE POLANKO
Fa casino e basta.
Bonaventura – ELISA TOTI
Sembra aver deciso di fare la sostenuta: “Sono rimasta ad Arcore quattro giorni per le feste di fine Natale, ho dormito in un’ala della villa, sola, per non fare avanti e dietro col mio appartamento”. Non si mescola con gli altri, e ha le idee meno chiare del solito. Per dire: cosa sono le “feste di fine Natale?”
Muntari – MICHELLE CONCEICAO
L’erratica, delirante showgirl non si smentisce: prima che i pm stessi capiscano che non è attendibile, fornisce l’ennesimo spettacolo sconsolante. Dopo il rigore, sparisce dal campo – probabilmente Inzaghi non lo sostituisce proprio perché non lo vede mai.
Menez – ARISLEIDA ESPINOSA
Quella più in confidenza col capo (“Ciao cucciolo!”), la capocannoniera che riesce ad ottenere tutti i “flowers” (cit. Nicole Minetti) che desidera: dice che li userà per i corsi di recitazione. Già i primi effetti si vedono: adesso, quando cade in area, sembra George Clooney in Gravity.
Cerci – AMBRA BATTILANA
L’ex Miss Piemonte non entra mai in partita, anzi, se ne va scandalizzata sostenendo che le altre stanno baciando il pistulino di una statuetta. E pensare che aveva lasciato Torino per baciare i pistulini che contano.
Pazzini – LIZA BARIZONTE 
Dice di aver dato al capo un bacio alla francese – anzi, un rigore alla francese – e niente più, ma deve averlo stordito ben bene, se si è guadagnato un posto da titolare senza dare nient’altro di sostanzioso.
Honda – ALESSANDRA SORCINELLI
Come se nulla fosse, mentre lo scandalo monta, il giorno del processo continua a mandare via twitter dei selfie in costume da bagno. Forse continua a pagare la ancora scarsa conoscenza della lingua, come dimostra la conversazione on line con la ex socia Barbara Guerra: “Hajajajaj ma chi te piglia questa sei tu bagashia prima e dopo il chirurgo faicagare lo stesso”.
Bocchetti – GIOVANNA RIGATO
L’ex concorrente del Grande Fratello ha ottenuto un contratto da Mediaset: partecipazioni di vario tipo a trasmissioni di intrattenimento in cambio di 50 mila euro annui. Partecipare ha partecipato, intrattenere, ha intrattenuto. Chi può dirgli niente? Non capiamo come Putin possa essersene privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.