Milan-Udinese 1-1: le Pagelle Che Non Lo Erano

E va bene, abbiamo perso anche questo treno. Ecco perché per valutare le prestazioni rossonere di Milan-Udinese le nostre Pagelle Senza Voti si rifanno a treni celebri e favolosi. O quasi.

Donnarumma – HOGWARTS EXPRESS
La magia durante l’adolescenza. In un’epoca più fortunata, su di lui costruiremmo un’intera, fantastica saga. Invece, temiamo che sarà qualcun altro a comprare i diritti per farcisi certe saghe che noi ce le possiamo solo sognare.
Abate – TELEFERICA DI WUPPERTAL
Non sappiamo come possa funzionare, la sola idea va contro la nostra limitata esperienza – tuttavia, va. E rimarremmo ore stupiti a guardare il non comune spettacolo.
Alex – POLAR EXPRESS
Ci ha da poco dimostrato l’esistenza di Babbo Natale, forse non possiamo scandalizzarci se dopo la festa che commuove grandi e piccini inizia a bloccarsi.
Romagnoli – CALEDONIAN SLEEPER 
In teoria il film Trainspotting parla di treni – ma se ne vede soltanto uno e per un secondo, non di più, perché vedete, l’intero concetto è una metafora. E lo stesso si può dire dell’attacco dell’Udinese.
Antonelli – LA LOCOMOTIVA (F. Guccini)
Attacca come ispirato da velleità rivoluzionarie, ma la sua iniziativa è oggettivamente anarchica, il suo romanticismo offre il fianco alle critiche avversarie, e a fine canzone non è riuscito a far trionfare la giustizia milanista.
Montolivo – BRUCOMELA
Non è un’attrazione eccitante, mettiamoci il cuore in pace: nessuno pagherà il biglietto per lui. Persino quando potrebbe tirare, ha paura che i piccoli udinesi si facciano male. Ma una volta accettato questo, non si può negare che faccia quel che deve: fa funzionare la catena di trasmissione che porta in pochi secondi da Donnarumma a Niang nel pareggio, e tiene impegnati i cucciolotti bianconeri sulla loro trequarti: il problema è che i grandi non ne approfittano per fare cose più divertenti.
Bertolacci – ROMA-LIDO
Parte malissimo, si inceppa, non sa dove andare: tempo dieci minuti, e gli utenti si lamentano che è tutta una ruberia, e che quando c’era Berlusconi i treni arrivavano in orario. Nel secondo tempo sembra funzionare meglio, ma ci si mette pure la porta bloccata.
Kucka – TRENO DEL SOLE (Palermo-Torino)
Un tempo ha unito reparti lontani, ma ora sferraglia lento e senza costrutto su una tratta dove non è realmente utile e alla fine viene soppresso.
Honda – ORIENT EXPRESS
Costoso e vistoso, destinato al turismo di alto bordo ma non precisamente efficiente.
Niang – TRAM N.14, LORENTEGGIO-CIMITERO MAGGIORE
La gente si lamenta, ma basta aspettarlo cinquanta minuti e lui arriva.
Bacca – LIMA-HUANCAYO
Avventuroso e ardito come non mai, offre momenti di grande suggestione scenica, ivi compreso l’assist del pareggio. Ma sarebbe arduo sostenere che la destinazione finale era quella che sognavamo.
Boateng – TRENO DI PANNA
Romanzo in cui un tipo non fa assolutamente niente di interessante, ma sente che ciò lo rende fascinoso. Molte lettrici ci cascano – anche alcuni amministratori delegati ci cascano.
Balotelli – TAV Torino-Lione
Costa un sacco di soldi, non metterà mai tutti d’accordo, forse un giorno sarà in funzione. Nell’attesa, viene continuamente boicottato. Da se stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.