Milan-Sassuolo: le Pagelle Che Non Lo Erano

A proposito di feste che riescono a metà, la settimana in arrivo è quella delle feste aziendali. Inevitabile il paragone tra le prestazioni dei nostri e gli argomenti di conversazione necessari a ogni cena o aperitivo coi colleghi.
 
Donnarumma – IL PARCHEGGIO
Argomento con cui ogni nuovo arrivato si presenta – è lontanissimo dal luogo della cena proprio come Gigio è sostanzialmente ai margini della partita. E non perché il Sassuolo non provi ad attaccare, ma perché non lo mette mai realmente in difficoltà. Va da sé che se lui perdesse tempo quanto il suo collega, il vigile Manganiello di Pinerolo (TO) lo multerebbe subito.
Conti – GLI AFFARI
Potrebbero decisamente andare meglio.
Musacchio – LA COLLEGA VERAMENTE SCOLLATA
Un numero consistente di uomini ci prova, a turno. È vero che non riescono ad andare al dunque, ma è difficile negare che lei li incoraggi per tutta la serata. Qualcuno allunga una mano malandrina in una zona proibita, ma è il giovane Magnanielli, gira voce che sia nipote del direttore Manganiello di Pinerolo (TO), quindi può fare quello che vuole.
Romagnoli – I FIGLI
“La maestra dice che si applica ma non è intelligente, e sai, ero così anch’io – ehi, no, aspetta, è il contrario!, volevo dire che è intelligente ma non – boh, mi sa che ho già bevuto troppo”.
Hernández – IL NUOVO VIDEO VIRALE CHE FA RIDERONE
Lo avete visto? Lo avete visto? Fino alla fine?? Ah, che bello. Dovrebbero vederlo tutti.
Bennacer – CAPODANNO
L’argomento di conversazione più doloroso della serata. Crea molto e cerca di accelerare, anche troppo: ha il piede più veloce del cervello. La cosa ci costa parecchi palloni persi in modo sanguinoso, ma soprattutto un’occasione che non si vedeva da anni: il portiere si fa saltare a centrocampo, ma lui invece di continuare a correre verso la porta vuota per poi eventualmente servire il compagno messo meglio, è evidentemente convinto che Pegolo lo stia inseguendo con uno scooter e che il maestro Canello abbia spinto avanti il tempo – così, appoggia con la pantofolina sul dannato Berardi, possa il Sassuolo annunciare presto il ritiro della sua maglia sassuola e il commovente giro del campo sassuolo davanti a tutti i tifosi sassuoli in lacrime, tutti e cinque.
Kessié – LE TASSE
“No, guarda l’anno prossimo io voto Krunic, voto Borini, voto Gabbia, voto Brescianini, voto i terroristi, voto Putin, ma così non si può andare avanti”.
Bonaventura – GRETA THUNBERG
Si sposta ovunque a sensibilizzare i giovani e scaglia degli argomenti da lontano e da vicino. Purtroppo il boomer Pegolo li rimbalza tutti.
Suso – QUELLA MUSICA LI’ DEI GIOVANI CHE NON SI PUO’ NEANCHE BALLARE
Bene in difesa, in mezzo ai bro e ai fra – ma sopra la base, che noia, che pochezza, che carenza di idee malgrado le pretese stilose.
Çalhanoğlu – QUEL FILM COREANO DI CUI TUTTI PARLANO
Ma salta fuori che non lo ha visto nessuno.
Piatek – LA CRISI
È finita? No? Sì? No. Forse. C’è qualche segnale. Non basta. Se ci fossero gli incentivi. Se togliessero le tasse. E le accise. E il canone RAI. E i sindacati. E l’euro, e la Costituzione, e l’ora legale e i limiti di velocità. Oppure anche solo l’obbligo di giocare con una punta sola.
Paquetà – UN TIZIO CHE VUOLE I PIENI POTERI
L’argomento preferito dei media – infatti è un bel 6,5 sulla Gazzetta di oggi. A noi è parso di vederlo iniziare veemente (il primo tiro, un minuto dopo l’ingresso), per poi iniziare a cincischiare tronfio e pieno di mojiti in area e fuori, concludendo con un’ammonizione imbecille nei minuti finali che gli permetterà di chiudere l’anno senza aver fatto qualcosa di realmente utile – ma pagato come se lo fosse.
Leao – I NUOVI UFFICI
Forse un po’ isolati ma belli, dai. Rustici. Legno ovunque.
Castillejo – QUELLO CHE NON È STATO INVITATO
Nessuno si è ricordato – ma magari lo si può chiamare e invitare per il bicchiere della staffa. Tanto diciamolo, mica ha di meglio da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.