Milan-Fiorentina (e stagione 2017-18): le Pagelle Che Non Lo Erano

Il finale di stagione merita un Pagellone Senza Voti più ad ampio respiro, che comprenda in poche parole l’intera annata dei nostri – e lo dedichiamo per l’appunto ai finali di film, a quelle ultime parole con cui si chiudono le avventure di eroi immaginari almeno quanto metà della rosa attuale. Ma come è noto senza immaginazione non si va da nessuna parte.

Gianluigi Donnarumma – MATRIX
“Cosa succederà ora, è una scelta che spetta a te”.
Davide Calabria – BRIGADOON
“Se ami qualcuno abbastanza profondamente, tutto è possibile, persino… i miracoli?”.
Mateo Musacchio – IL FALCONE MALTESE
“Huh?”
Luca Antonelli – IL GRANDE LEBOWSKI
“Dì, c’è per caso un po’ di quella buona salsapariglia?”
Andrea Conti – GUERRE STELLARI
“AAawoooaaaargghhggh!!!!”
Ricardo Rodríguez – PSYCHO
“Non farò niente. Non tenterò nemmeno di scacciare quella mosca. Spero stiano guardando. Lo vedranno. Vedranno e capiranno e diranno: ma non farebbe male nemmeno a una mosca”.
Ignazio Abate – IL LADRO DI BAGHDAD
“La felicità va guadagnata”.
Leonardo Bonucci – FIGHT CLUB
“Ci siamo incontrati in un momento molto strano della mia vita”.
Alessio Romagnoli – IL CAVALIERE OSCURO
“Perché non è il nostro eroe, ma un guardiano silenzioso. Un vigilante che vaga nell’ombra. Un cavaliere oscuro”.
Cristián Zapata – LA COSA
“Perché non aspettiamo un po’ qui, e… Vediamo cosa succede…”
Manuel Locatelli – AMADEUS
“Mediocri di tutto il mondo, io vi assolvo!”
Riccardo Montolivo – LA DOLCE VITA
“Non ti sento”.
Giacomo Bonaventura – TORO SCATENATO
“Io sono il boss, io sono il boss, io sono il boss, io sono il boss, io sono il boss, io sono il boss, io sono il boss, io sono il boss”.
Franck Kessié – INSOMNIA
“Ora lasciatemi dormire”.
Jesus Suso – L’AVVOCATO DEL DIAVOLO
“La vanità… Decisamente il mio peccato preferito”.
Hakan Çalhanoğlu – LA 25ma ORA
“Tutto questo è stato a tanto così dal non succedere mai. Questa esistenza è stata a tanto così dal non esistere mai”.
Fabio Borini – CARO DIARIO
“Un latte macchiato e un cornetto, grazie. E anche un bicchiere d’acqua”.
André Silva – 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO
“Le sue origini e scopo rimangono ad oggi un mistero”.
Nikola Kalinic – LOVE STORY
“Amare significa non dover mai dire: mi spiace”.
Patrick Cutrone – BIANCANEVE
“E vissero per sempre felici e contenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.