Ipermercato n.3. I giocatori presi finora sono una falsa pista

Comprando davvero dei giocatori, il Milan non fa che disturbare l’onesto lavoro di noi che spargiamo RUMOURS. A nome di tutti gli esperti di mercato vogliamo denunciare questo modo di fare così anni 90, antiquato e pre-social – ma non temete, non siamo qui per parlare di acquisti conclusi, bensì di voci e vocine. E partiamo con la voce più estenuante: Kalinic.

Nonostante siano arrivate barche di attaccanti dall’estero sufficienti a far barrire Salvini – e nonostante Pantaleone Corvino insista che il giocatore è incedibile, fonti affidabili danno per viva e scalciante una trattativa che coinvolge 1) Bertolacci 2) Lapadula 3) Simeone 4) Pellegatti 5) Cristiano Ronaldo. Di fatto il giocatore, rivela il Messaggero, ha anche smesso di pagare l’affitto. Il Messaggero è attento a molte cose, come testimoniano gli importanti articoli che vedete nella sua homepage e doverosamente vi sottoponiamo qui di fianco.

Secondo la Gazzetta dello Sport, Kalinic resta un ripiego rispetto ad Aubameyang, che purtroppo è corteggiato anche dal Tjanjin. Speriamo che il Borussia Dortmund ci pensi bene: quelli sono CINESI, che garanzie possono dare? Oh, ehm. Intanto l’egualmente viola Badelj rimane distante, perché, apprendiamo, anche lo Spartak Mosca è sulle sue tracce. Ma sentite questa: per Il Giornale è “ancora viva la pista Belotti per l’attacco”. Ma sì, viva la pista, che Dio la benedista. Secondo LiberoQuotidiano, “in Brasile sono sicuri: il Milan made in China bussa alla porta del Santos per Thiago Maia”. I sicuri brasiliani sono in effetti il sito Globoesporte, probabilmente parente del 20enne centrocampista, 60 presenze nel Santos e due gol. Per l’autorevole Futbal.com.uy ci piace invece un altro 20enne, però uruguagio: il 20enne trequartista Nicolas de la Cruz del Liverpool (non quello inglese – quello di Montevideo): 167 centimetri di sbarazzina gioventù. Strano ma vero, ogni nazione cerca di affibbiarci un suo virgulto: per il francese Telefoot, il club rossonero ha nel mirino Laurenti Koscielny, 31enne di belle speranze che l’Arsenal vuole sacramentare per far posto a Rudiger. Secondo l’emittente spagnola Cadena COPE il Milan sta altresì seguendo da vicino la situazione di Sergio Rico, portiere del Siviglia.

Ma perché dare credito alle sciocchezze della stampa straniera quando possiamo contare sulle sciocchezze di quella italiana? Per Tuttosport “Il Milan piomba su Benassi. Il Torino vuole Kucka, Paletta e soldi. Si tratta, ma c’è distanza sulle cifre” (ah, ma guarda un po’. Del resto ci stanno dando il capitano della Selecao, proprio). Il medesimo giornale umoristico riporta invece di una trattativa con il Bayer Leverkusen per Kevin Kampl, il Gattuso sloveno. “Piace alla dirigenza rossonera, ma al momento non ci sono stati contatti fra le parti”. Vedete, preferiamo non dirglielo, tenere segreti i palpiti del nostro cuore, e spiarlo di nascosto quando passa per la via, mangiando una mela coi libri di scuola, gli piace studiare, non se ne deve vergognare.
Poi, sempre per il giornale del quale riportiamo le interessantissime offerte dello store (oh, strano che quella sciarpa costi così poco) il Milan ha “sempre nel mirino Matuidi”, di proprietà di Raiola, quindi speriamo che il mirino si sposti, e che sia il mirino di un bazooka. Nel mirino c’è un certo affollamento: secondo Calciomercato.it, “Meret è sempre nel mirino del Milan”.
Riferisce poi Sky: “Milan, prenotato Kjaer, ex Palermo, come sostituto degli esuberi in difesa”. Nel senso che verrà lui a fare l’esuberante. Per Tuttosport però “Juve-Milan si accende con Cuadrado (e Keita)”. L’idea è che in cambio della nostra rinuncia a Keita i ladroni acconsentono a rifilarci l’uomo senza gravità.
La Gazzetta pessimisticamente avverte: “Biglia, Milan e Lazio restano distanti: cresce il pessimismo. Krychowiak e Wiegl le alternative”.
(Wiegl?) (di Kardashian sapevamo, ma di lui no)
Ma l’altro tormentone, il Mifavolare rossonero, Conti? Il 29 giugno la Gazzetta avverte: “Milan, per Conti ballano ancora un paio di milioni”. Il 30 giugno, “Milan-Conti, siamo ai dettagli: balla un solo milione”. Ogni giorno un milione smette di ballare. Domani secondo i nostri calcoli non dovrebbe ballare più niente. Ce lo auguriamo perché secondo la Gazzosa siamo gente disperata e pronta a gesti disperati: ci sarebbe stato “un sondaggio da parte del Milan per Murillo”. Forse il sondaggio consisteva in tre domande, tipo “I tifosi dell’Inter vogliono a) menarti b) inseguirti con un bastone c) infilarti in un pilone di cemento armato?” Ma passiamo ai giocatori col trolley in mano.

In uscita. Il Bologna dopo Poli vorrebbe anche Ocampos. Il Bologna dev’esser rimasto molto impressionato da quella volta che li abbiamo battuti in nove, e vuole metter su una squadra senza giocatori. Paletta che sembrava ormai del Torino (Corriere della Sera: “Pronto un triennale”) di colpo a causa di una trattativa granata col Barça per Vermaelen è rimasto congelato – e del resto è un po’ la sua condizione abituale, quella di glaciale ragionatore del rettangolo verde. Paletta è insabbiato, e Biglia pure, situazione che possiamo illustrare con arrembante comicità nell’immagine qui di fianco.
E a proposito di comicità: Niang. Lo vogliono tutti ma per qualche motivo misteriosissimo ci rimane sempre in mano come la Pepatencia (o Asino) (in veneto, Vecia) (o, in bergamasco, Pissabuchì). Secondo La Stampa lo vogliono l’Arsenal, l’Everton, il Torino. Come vorremmo che lo volessero – ma troppe volte ci hanno illusi, gaglioffi pusillanime. Invece è andato a tutti gli effetti alla Sampdoria Hadziosmanovic. Vi mancherà, vero?
Non stiamo scherzando, era un nostro giocatore! Secondo calciomercato.com “Un centrocampista polivalente, talento classe ’98 di origini montenegrine che si è liberato a parametro zero”. Manco hanno iniziato a giocare, e sono già parametri zero. E a proposito di imberbi: Plizzari per la Gazzetta è vicino al rinnovo fino al 2020, ma per Sportitalia è già nella porta della Ternana.
Secondo la Gazzetta dello Sport, poi, “Lapadula verso il Genoa: ai rossoneri una cifra tra i 10 e 15 milioni” (…non sappiamo quanto guadagnino alla Gazzarra, ma quella differenza lì di 5 milioni non è che siano quisquilie. Facciamo 14,9 milioni e non se ne parli più.
(Il Giornale: “Milan, il Genoa ha offerto 5 milioni per Lapadula”) (sta zitto Giornale, nessuno ha chiesto il tuo parere)

Vido è passato all’Atalanta, e già potrebbe andare in prestito al Cesena. Il River Plate “lavora per il ritorno di Vangioni dal Milan” – come osano portarci via il Talismano? “Pasalic è un obiettivo del Betis Siviglia”. Wow, il Betis sì che pensa in grande. Secondo il Daily Mirror, il Tottenham insiste per Suso, che secondo il Tempo, è stato offerto alla Roma (da chi??).
Ma chiudiamo col nostro pezzo pregiato: per Tuttomercatoweb, “Juventus, De Sciglio a un passo”. Per Gazzetta, “De Sciglio, la Juve temporeggia”. Secondo Repubblica, “De Sciglio alla Juve se partono Asamoah o Lichtsteiner”. Mmh. Questo è un ricatto. Se Asamoah rimane, bene. Se rimane il maiale, altrettanto bene dal punto di vista del (loro) giuoco, male per il fatto che gli arbitri continueranno a permettergli l’indicibile. Ma per Tuttosport “De Sciglio-Juve, il Milan fa muro: niente sconti, i rossoneri vogliono 15 milioni”. Ehi, forse che non li vale? Cara Juve, squadra da sempre amica, ricordati di Pirlo: come lui, capitan Mattia verrà a Torino e si farà crescere la barba, diventerà tutto stiloso, affermerà davanti a folle adoranti di aver vinto da solo a Doha e confesserà che non solo quel rigore allo Stadium era nettissimo, ma non era nemmeno allo scadere anzi, eravamo a metà primo tempo, e il gol di Matri allora, eh, EH???

Rullo di tamburi per il gran finale. Stando al suo agente Carlos Barila, raggiunto da Okcalciomercato.it, “Non c’è nessuna offerta per Bacca”.
…Ok un cavolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.