Ipermercato 6 – Cose Informali, noi non vi dimentichiamo

Proprio come l’uomo civilizzato, questa rubrica civilizzata si fa delle domande su se stessa. E si chiede: quanto durerò? Quando chiuderà l’Ipermercato rossonero? Con il primo impegno ufficiale? Il 31 agosto? Oppure in fondo il mercato, a differenza del campionato, e a differenza della stagione dell’amore che viene e va, non chiude MAI? Ma chi potrebbe ancora arrivare? Cosa dicono i RUMOURS?

Per tutta la settimana abbiamo avuto giorni decisivi. Il 21 luglio Sportitalia avvertiva: “Milan, domani giornata decisiva per Renato Sanches”. Il 22 Tuttosport spiegava i dettagli: “Prestito biennale con obbligo di riscatto, manca l’intesa sulla cifra”. Ah, ma certo, non è il tipo di cosa che viene decisa in giornate decisive. Il 20 luglio, per La Stampa, era il “giorno della verità” per Belotti. E in quella canzone che insegnava che la verità fa male, dev’esserci un fondo di vero perché: il 21 Tuttosport ha titolato: “Belotti legato”; la Gazzetta dello Sport, “Belotti blindato”. Prima che qualcuno aggiungesse che era stato ricoperto di formiche rosse, La Stampa ha svelato la “Promessa di Cairo a Belotti: via dopo il Mondiale”. Bisogna dire che dopo il Mondiale potrebbe servirci una riserva della macchina da gol Cutrone – o di qualcun altro, perché Aubameyang è ossessionato dal Milan. Lo sogna di notte, lo desidera, lo brama, gli manda i poke su facebook. Lo dice Sky: “Aubameyang vuole ancora il Milan nonostante la presa di posizione del Borussia Dortmund”. Intanto, secondo Calciomercato.com “nell’agenda di Mirabelli e Fassone c’è stato anche più di un contatto per il talento brasiliano Richarlison, prima punta classe 1997 del Fluminense, già stellina delle nazionali Under del Brasile”. I rivali Tuttomercatoweb li irridono: “L’agente di Richarlison conferma interesse di Inter e Samp ma non del Milan”.

Stando a Repubblica, Jorge Mendes ha proposto al Milan l’attaccante del Chelsea Diego Costa in prestito. Gianluca Di Marzio ha detto, sprezzante, che a lui non risulta. Repubblica si è allontanata in punta di piedi con la faccia sconsolata tipo Vilcoyote quando il razzo ACME gli esplode in faccia. Peraltro Fassone, ormai sempre più nella parte del dandy, la butta lì: “Kalinic, Belotti o Aubameyang? Potrebbe esserci anche un’altra figura, un Mister X”. Mmh. La mente corre a Laxalt. O allo svizzero Granit Xhaka. O ad Axl Rose. L’attendibile Tuttosport si gioca il jolly: potrebbe essere Benzema, “il cui nome è tornato di moda al Milan”: l’offerta sarebbe 10 milioni l’anno. Più bonus, naturalmente: sono ancora più di moda.

Secondo Calciomercato.it, che alcuni confondono con Calciomercato.com (forse capita anche a quelli che ci lavorano, e certi giorni vanno a lavorare nel posto sbagliato) (però Calciomercato.com per farsi riconoscere usa mezzucci come quelli che doverosamente riportiamo qui di fianco – onestamente non sembrerebbe una notizia di mercato o una compravendita, a meno che Diletta Leotta non ci nasconda qualcosa) (ma non ci caschiamo) (giammai) (e torniamo a Calciomercato.it) resta viva la pista Forsberg, ma è rimandato il discorso Forsberg. Non si capisce bene, vi sottoponiamo l’articolo che dice contemporaneamente che sì, però no: è sempre bello quando qualcuno apertamente ischerza i cervelli che così disciplinatamente noi mandiamo all’ammasso.

Ma non dovete pensare solo all’attacco: c’è anche il centrocampo, per il quale Badelj secondo MilanNews è “tornato in orbita rossonera” e ci manda segnali come un satellite d’amore – gelosa, si è inserita anche la Lazio e pure il Valencia. Infine, a quanto dice Marca, il Manchester City avrebbe offerto in prestito Eliaquim Mangala, difensore centrale, a Milan e Siviglia. Chissà com’è che vanno queste cose. Cioè, perché a noi e loro? Forse il Manchester City è uno di quelli che in treno appena seduti scorrono la rubrica e decidono che è il momento di chiamare qualcuno che non sentivano da anni (“Ué, zio, allora? Era un po’ che non ci sentivamo!”), gridando e ridendo delle proprie battute. E stressando a morte quelli seduti di fianco, che sperano invano che alla prossima stazione si alzi e guadagni l’

Uscita. Un po’ di gente se n’è già andata, e la sezione si restringe (se così non fosse vorrebbe dire che stiamo pensando di vendere quelli appena arrivati, che se non sono in maggioranza poco ci manca). Per La Stampa, il Toro è venuto all’assalto di Locatelli (e di Paletta, e Niang, e di 70 milioni) offrendo Belotti. Viceversa secondo alcuni addetti ai lavori (nel senso dei lavori in corso, sulla A4: ci vuole il tempo che ci vuole) il vero obiettivo è Paletta, ma è abilmente dissimulato: lo sminuiscono per far passare la voglia alla Fiorentina – che pare anche lei interessata a ricostruire la nostra squadra-miracolo su un asse Paletta-Niang, espressamente richiesti da Pioli secondo Niang. Di Bacca non si sa molto,sembra che la Lazio pensi a lui – pensiero stupendo, nasce un poco strisciando. Ma il pensiero più stupendo di tutti ce l’avrebbe il Siviglia: Secondo El Correo de Andalucía, che è tipo l’Eco di Bergamo andaluso, il club sarebbe “fortemente interessato a Zapata, e avrebbe pronti 5 milioni”. Se lo vengono a prendere e se lo montano da soli, seguendo le istruzioni una volta a casa, possiamo fare 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.