Che vi siete persi: settimana dal 30 novembre al 5 dicembre 2020

Grande settimana per noi, tifosi del Milan instancabili (anche se stanchissimi – per le partite ogni tre giorni)! Abbiamo ottenuto la qualificazione in Europa League (Hauge!). Però ahi, si è rotto Kjaer. Ok, Gabbia, niente scherzi: tingiti i capelli di biondo e fatti crescere la barba, proveremo a convincere gli avversari che non sia cambiato niente. Nel frattempo Ambrosini diventa intervistatore e il suo primo scoop è Ibrahimovic! E Balotelli va al Monza, perché certi amori non finiscono, eccetera! Ma non finiscono neanche le news sul mondo Milan: ecco quelle più importanti tra le relativamente importanti della settimana appena conclusa.

Virgolettato della settimana

Qualcuno per caso ha il coraggio di smentire Marani? No, ma dico, fatevi avanti, voi che sicuramente avrete messo delle reaction con risate sguaiate di fronte a cotanto virgolettato. Il nostro Calabria è fortissimo e bellissimo, e tra l’altro oggi compie 24 anni: auguri, ragazzo, per noi sarai sempre meglio di chiunque altro. Soprattutto se gli altri appartengono a rivali storiche. Perché forse non avrai la tecnica, la velocità, i tuffi (ehm), ma hai un cuore grande così e questo ci basta. Se poi continui anche a giocare come stai facendo, beh, i paragoni non li guardiamo neanche.

La notizia di mercato della settimana

Questa ve la siete persi, eh, dite la verità? Eravate troppo occupati a seguire la situazione rinnovi. Ebbene sì, puntiamo Lucas Vazquez, giocatore che qualche tempo fa ha visitato San Siro per motivi vari che lo hanno portato a battere una squadra nerazzurra a caso. Insomma, pare che il ragazzo piaccia alla dirigenza. Noi lo guardiamo bene per capire se piaccia anche a noi e sì, insomma, se ci siano gli estremi per una relazione. Mentre lo fissiamo ci torna in mente un volto, non capiamo bene chi sia… ma, un momento, sì!

Fazio! Non il difensore né il presentatore, ma l’ispettore di Vigata! Si assomigliano, vero? O forse siamo solo abbagliati dalla notizia di Balotelli al Monza, vallo a capire. Oppure dalla prossima.

La notizia che spacca

No, ma scusate, c’è qualcuno che gli ha fatto almeno una foto, a questi due? Li sentiamo nominare ormai da un paio d’anni come entità soprannaturali che si aggirano guardinghe per l’universo Milan. Sfuggenti e nascosti come i veri proprietari del Milan (a proposito, si è più capito chi sono?), i due dirigenti sembra siano stati avvistati a Milanello. Ma sì sa come sono, queste storie: alla fine usciranno solo un paio di immagini sgranate che in realtà potrebbero rappresentare chiunque: magari si tratta semplicemente di Montalbano e Fazio, anche qui. Come al solito fanno uscire queste notizie sono per alimentare la leggenda e per far accorrere più turisti a Lochnesello.

La statistica della settimana

Ah, e insomma, avete capito? Calhanoglu è secondo solo a Messi! Il turcodieci ha segnato metà delle punizioni realizzate dall’argentino, ora come minimo ci aspettiamo che chieda un rinnovo proporzionale a questa statistica. Considerando che secondo alcuni fonti Messi al momento guadagnerebbe 26 milioni, beh, siamo abbastanza preoccupati. Ma non disperate! I nostri ragazzi amano i colori rossoneri, e sicuramente faranno di tutto per rimanere. Se così non sarà, beh, troveremo qualcun altro da amare. Certo, mai come…

Ma come sta Ibrahimovic? Ha mangiato, è tranquillo, pensa a noi?

Ibrahimovic non è tranquillo, di più! Certo, è infortunato, si sente come #unleoneingabbia, però dovrebbe tornare per la sfida contro il Parma, si spera. Nel frattempo, su Sky escono sue interviste belle e profonde insieme ad Ambrosini. Ibra sembra sempre più a suo agio di fronte alle telecamere, e più che un futuro da allenatore (mestiere definito da lui stesso “troppo stressante”) a questo punto potrebbe avere un posto, che so, in una fiction. Tipo: il Commissario Ibrahimovic. E nel ruolo di Fazio, sapremmo già chi affiancargli.

E comunque, sui social

“Ante, scusa, ma… secondo te… quello laggiù è Comandini?”

(Leonardo Mazzeo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.