Che vi siete persi – Settimana dal 30 agosto al 6 settembre 2020

Siamo tornati! Sentivate la nostra mancanza, vero? Rieccoci qui con Chevisietepersi, che torna al termine di una settimana pazzesca, incredibile, fantasmagorica come tutte le settimane rossonere da dieci anni a questa parte. In particolare, abbiamo avuto Il rinnovo di Ibrahimovic e l’arrivo di Brahim Diaz, le due amichevoli vinte con quattro gol segnati (e che gol! E che marcatori!), ce n’è molta di carne al fuoco. Noi, però, come sempre qui lasciamo stare i piatti forti e più rimasticati, per concentrarci sui contorni, su quelle notiziette grigliate che tanto ci sfiziano dopo la portata principale. 

Virgolettato della settimana

Ma come “tappo”? Signor Teotino, ha mai visto di persona Ibrahimovic? Basta anche dare un’occhiata veloce online, e potrà facilmente vedere come con 195 cm siamo un po’ lontani dal concetto di tappo, almeno per come lo intendiamo noi. E poi con un tappo simile, chissà la bottiglia quanto deve essere grande e importante. Questo ci dà comunque lo spunto per proporre qualche possibile vino rosso ma anche nero, ad esempio:

  • Il Braidello di Montalcino
  • Il Chiantim Diaz
  • Il Montolivino di Scansano
  • Il Colombau di Sardegna
  • Il Sangiovese di Romagnoli

La notizia di mercato della settimana

Visto che come al solito il nostro calciomercato è fin troppo frizzantino e forte, per restare in tema vini, ci concentriamo sul calciomercato delle altre che però indirettamente riguarda anche il Milan. Tipo: ma voi ve lo ricordate Abate? Noi sì, con tanto affetto, e quindi continuiamo a seguire le sue vicende calcistiche.

Ora è stato accostato al Cosenza, che gli ha offerto un futuro, il che è indicativo. Potrebbe ripartire da lì come dirigente. Poi chissà, un giorno potrebbe diventare il nostro secondo ex terzino ed ex capitano a svolgere un ruolo in società. Forza, Igna-Ignazio: ti aspettiamo con la fiducia con cui gli attaccanti aspettavano i tuoi cross.

La notizia che spacca

Un altro ex! Cioè, un quasi-ex, uno che, virtualmente, è stato sulla panchina del Milan da febbraio ad agosto, quindi più tempo di quanto ci sia stato Giampaolo.

E ora sembra che la Roma voglia Rangnick come dirigente, lui ha già fatto le sue richieste:

  • Niente Ibrahimovic;
  • Niente Kjaer;
  • Niente Maldini.

E la società giallorossa sembra disposta ad accontentarlo.

La statistica della settimana

Beh, potevamo non parlare di Tonalone? Del nostro piccolo grande prossimo nuovo incredibile fantastico acquisto? Certo che no! Ecco allora un interessante statistica su di lui: è il miglior giovane assistman dei top 5 campionati europei, con sette passaggi chiave nell’ultima stagione disputata.

Avrebbe dovuto prenderlo l’Inter, ma il suo posto in panchina era già occupato da Eriksen, quindi niente, Tonali viene da noi alla fine. Lo accogliamo a braccia aperte, e ce lo teniamo pure stretto: benvenuto, giovane tifoso rossonero. Non dar retta alle voci, tranne che a quelle di Ibra in campo: lui ti indicherà la via, spesso dettando il passaggio e incazzandosi se non lo seguirai. È fatto così, imparerai ad amarlo anche tu.

Ma come sta Ibrahimovic? Ha mangiato, è tranquillo, pensa a noi?

A proposito di Ibra! Ha firmato, è contento e convinto. Ha preso parte alle amichevoli, ha detto a Calhanoglu che la 10 è una maglia importante, lui si è ripreso la 11 e ha già iniziato a consigliare da vicino Roback. Insomma, lo svedese sembra completamente al centro del progetto, con Maldini che da parte sua lo difende (non che Ibra ne abbia troppo bisogno, comunque) dalle critiche di “vecchiaia” dicendo che lui stesso a 39 anni ha alzato la sua ultima Champions League. Ecco, Zlatan: noi ci accontentiamo anche del quarto posto, per ora.

E comunque, sui social

“Belli questi tatuaggi, cosa sono? Gli schemi del Milan di Giampaolo?”

(Leonardo Mazzeo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.