Che vi siete persi – 6/11 aprile 2020

Buona Pasqua! In questo giorno di riposo cerchiamo di pensare a cose belle e di tirare avanti a testa bassa, come tanti piccoli Poli a centrocampo. Di calcio giocato non si parla più da un po’ (partite tra Leao ed Esposito a PES a parte) (a proposito, Rafael: spazzala, ogni tanto), ma di chiacchiere all’orizzonte ce ne sono sempre tante: quando si torna a giocare? Quando riprendono gli allenamenti? Quando rinnova Ibrahimovic? Quando arriva Rangnick? Quando se ne va Maldini? A che ora verrà ceduto esattamente Donnarumma alla Juventus? Le solite, dunque. Ma nella settimana rossonera appena trascorsa c’è stato anche altro. 

Virgolettato della settimana

E allora, Sandrino, cosa aspetti! Unisciti a noi, passa al lato oscuro della forza. Vedrai che non te ne pentirai, anche se al momento non sembriamo proprio spietati come la Morte Nera – avresti dovuto vederci qualche anno fa… Eri troppo piccolo, ma quel Gattuso di cui parli c’era eccome. Tu, che tanto somigli a Kylo Ren, scegli di stare nel giusto e unisciti alla causa rossonera. Dicono tu abbia qualcosa anche di Pirlo, tra l’altro. Ecco: magari poi evita di andare alla Morte (bianco)nera, ok? Che la Forza sia con te, ragazzo.

Notizia di mercato della settimana

Dalle Guerre Stellari alle Balle Spaziali, celebre parodia targata Mel Brooks: eccola, una bella e grande balla di dimensioni siderali! Pare che il Milan sia interessato nientepopodimenoche a David Silva, giocatore che attualmente milita nel Manchester City, lotta per i vertici di classifiche che neanche immaginiamo, gioca stabilmente in Champions League da anni, guadagna millemila milioni, non rientra in nessuno dei parametri di Elliott. Insomma, l’affare sembra praticamente concluso. A meno che il giornale diretto dal leggiadro Ivan Zazzaroni non si sia un po’ confuso – già, perché tutti gli altri parlano di un ritorno di Thiago Silva, e qualcuno paventa addirittura un revival di André Silva. Ma forse in realtà si tratta del nostro ex degli anni 70 Massimo Silva, che al momento se ne sta acquattato alla Vastese, dove due mesi fa è subentrato a Marco Amelia, altro ex milanista! Vedete anche voi che qualcosa di vero ci dev’essere per forza.

La notizia che spacca

Wow! Ma vi immaginate la situazione? Ognuno connesso da casa propria, Romagnoli (capitano) e Bonaventura (rappresentante dell’AIC) che trattano sulla questione stipendi: il difensore che cerca anche il rinnovo, Bonaventura che se ne andrà a breve, Gazidis insieme a Maldini, altro che sembra sul punto di dire addio. Il tutto sperando che non ci siano problemi di connessione. Beh, dovrebbero trasmetterla a reti unificate: sarebbe un grande spettacolo, il paese ne ha bisogno.

La statistica della settimana

Come se non bastassero le scelte scellerate dei nostri eroi in campo, ci si mette anche la sfiga! Colpiamo in media mezzo palo a partita, con 13 gol in più chissà dove saremmo adesso.

Beh, probabilmente avremmo incassato anche 13 gol in più, perché sabotarci da soli è la nostra più grande passione. Quindi non incolpiamo la sfortuna, né gli arbitri, né altre scuse che poco si addicono al nostro impeccabile e invidiato stile. Stile in generale, eh, non di gioco: quello non ce lo invidia nessuno.

Ma come sta Ibrahimovic? Ha mangiato, è tranquillo, pensa a noi?

Attenzione! Pare che Ibra ci stia pensando, e questa è già una notizia. Fino a qualche giorno fa parlavamo di speranze vicine allo zero, ora invece sono più vicine all’uno. Secondo la Gazzetta, Zlatan si sente ancora in forma, e non vuole che il coronavirus fermi la sua carriera. Non lo vogliamo neanche noi. Speriamo che nonostante tutti i guai societari ci scelga ancora, e speriamo che Gazidis lo scelga a sua volta: una banda di ragazzini senza una guida, dove mai può andare? In ogni caso, il titolino in nero lassù è una tipica carezza gazzettiana: “Milan lontano”. Non è il solito “Milan beffato”, perché quello è a far riparare, in inverno lo hanno usato più volte al giorno e va rimesso a punto per l’estate.

E comunque, sui social

Chiudiamo proprio con Ibrahimovic, che su Instagram ha dato sfoggio delle sue abilità nella pesca: eccolo intento a mostrare un suo trofeo, per poi lasciarlo di nuovo in mare. Con la rete, in effetti, ha sempre avuto un feeling. (Leonardo Mazzeo)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.