Che vi siete persi: 29 giugno-5 luglio 2020

Questo calcio estivo ci sorprende talmente tanto che non riusciamo a stargli dietro: dopo una puntata saltata per alcuni loschi giochi di palazzo (sembra faccia parte del solito, grande complotto per portare il Milan in Champions), ritorna prepotente come Theo sulla fascia Che vi siete persi. Sicuramente non vi siete persi i risultati di questa settimana folle, che dopo la #primavittoriaconunabig ci ha visto sbattere il muso contro la SPAL e superare con un secco 3-0 una Lazio rimaneggiata. Ma c’è stato molto, molto altro.

Virgolettato della settimana

In un periodo in cui sembra vada particolarmente di moda zittire stadi vuoti per motivi random, cominciamo così, con il nostro ex allenatore che si toglie qualche sassolino dalla scarpa e lo lancia contro i più classici haters. Qualcuno dice “nel bene o nel male, purché se ne parli”, Cristian Brocchi invece preferisce che gli altri stiano zitti: dice di aver smentito molte persone che lo avevano giudicato male e troppo in fretta, per la sua disgraziata parentesi da allenatore del Milan. In effetti, a ripensarci bene non abbiamo ricordi proprio piacevolissimi di quella mesata. Ma non lo diciamo a voce troppo alta, altrimenti c’è il rischio di venire ripresi e additati come gufi, altro cosa che va molto di moda, ultimamente. Contenti comunque che Brocchi e il Monza siano stati promossi in B: c’è talmente tanto Milan da quelle parti, che non possiamo che seguire le loro vicende con affetto e immutata stima.

La notizia di mercato della settimana

Ci immaginiamo un essere mitologico a metà tra Oscar (sì, il brasiliano ex Chelsea che ormai da diversi anni gioca in Cina) e Ricardo Rodriguez, quindi un trequartista con un sinistro raffinato ma scarse attitudini offensive, oppure un rigorista raffinato ma con difficoltà quando si tratta di fare cose da terzino. Insomma, siamo perplessi e un po’ confusi, ma confidiamo nel fatto che questo Oscar Rodriguez si riveli una creatura completamente nuova: non serve che sia per forza un eroe omerico, ci accontentiamo anche di un onesto mestierante.

La notizia che spacca

Ah, Gigi! Ce l’hai fatta, finalmente. Sei tornato apposta in Serie A, in pratica. Grandi applausi per te e per il traguardo raggiunto. Ci torna in mente un vecchio tweet, quanto mai attuale dopo questa notizia. Un’idea folle ma neanche tanto, visto che comunque sembra sempre probabile l’addio del Maldini dirigente a fine stagione. Beh, tanto vi dovevamo: La statistica della settimana

Non una, non due, ma ben tre scarpiere slim! Ve la ricordate quella pubblicità? Vabbè, niente scarpe, qui solo statistiche: ecco un tris pazzesco di numeri e curiosità sulla fantastica SPAL-Milan 2-2, partita che difficilmente dimenticheremo nel breve termine. Abbiamo ritirato fuori annate lontanissime (1966) e alcune più recenti (2013), abbiamo solcato gli ultimi dieci campionati battendo il record di corner. Che bellezza che è stata, quella partita. Forse era meglio guardare la pubblicità delle scarpiere.

Ma come sta Ibrahimovic? Ha mangiato, è tranquillo, pensa a noi?

Siete stati contenti del ritorno in campo di Ibra, eh? Ecco, non gioite troppo, perché presto potrebbe andarsene. Anzi, godiamocelo finché è ancora con noi: almeno fino al termine della stagione sarà lì a insegnare calcio e a lanciare gli scarpini di Conti quando sbagliamo un gol praticamente fatto. Noi speriamo ancora che resti il prossimo anno e per tutti quelli a venire: con un po’ di impegno potrebbe riuscire a battere il record di Buffon.

E comunque, sui social

Niente post, questa volta chiudiamo con una storia: Ibrahimovic e Calhanoglu abbracciati sulle note di Is This Love di Bob Marley. Non abbiamo nient’altro da aggiungere.

(Leonardo Mazzeo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.