Che vi siete persi – 12/18 aprile 2020

Un’altra settimana senza calcio è terminata, all’orizzonte tante nubi: non si sa se il calcio riprenderà, e se lo farà non si sa ancora come. Noi continuiamo a guardare gol e giocate del passato, pur di stare vicini ai nostri idoli, che ormai ricordiamo solo come figure sbiadite. Che poi più o meno era come apparivano in campo, ma questa è un’altra storia. Per provare a non dimenticare i loro volti e le loro bravate, ci teniamo incollati ai siti di news cercando di trovare solo il meglio del meglio della settimana.

Virgolettato della settimana

Tra i virgolettati c’era molto materiale questa settimana, ma non potevamo non inserire questa dichiarazione di Fulvio Collovati, il milanista che più abbiamo apprezzato in maglia altrui. L’onniscente Fulvio ha aperto sulla possibilità di vedere Icardi con la maglia del Milan. Proviamo sentimenti contrastanti: è vero che un attaccante così forte non lo vediamo da, uhm, neanche ce lo ricordiamo; dall’altra parte però ci siamo già cascati con Bonucci, la figura dei fessi non vogliamo farla anche sul mercato, oltre che sul campo. In sintesi: quando ci sarà la presentazione ufficiale? Anche perché, dai: triplette a parte, il nostro Mauro ha commesso più di un errore sottoporta nei derby. Ce ne ricordiamo almeno un paio, e quelle erano evidenti prove d’amore per i colori rossoneri, altroché.

Notizia di mercato della settimana 

E rieccoci qui con la super news di mercato più incredibile di questi 7 giorni! Il nome nuovo è Timo Werner, giocatore che costa circa mille milioni di miliardi e che è ambito da ogni grande club europeo. Ma, ehi, lui sicuramente verrà al Milan: quando gli ricapita l’occasione di giocare con una squadra di scapestrati che non riesce neanche a superare Parma e Verona in classifica? Suvvia, la lotta per l’Europa League è molto più avvincente di quanto pensiate! Per non parlare del faraonico ingaggio offerto dalla nuova dirigenza elliottiana, che a quanto pare vuole tenersi sotto i diciannove euro all’anno, come vi avevamo anticipato. Insomma: anche in questo caso, l’affare sembra praticamente fatto.

La notizia che spacca

Ormai le nostre notizie che spaccano sono sempre più digital: adesso siamo passati agli allenamenti virtuali! Ci immaginiamo immense partite a Fifa tra i giocatori che cercano di guadagnarsi un posto da titolare passando dagli eSports. Abbiamo già visto che Leao se la cava discretamente bene , quindi probabilmente sarà lui a guidare l’attacco. Occhio anche a Romagnoli: l’attuale capitano è stato convocato dalla Nazionale per partecipare a una sorta di maxi torneo eSports tra diversi paesi. Insomma, magari in virtuale ce la caviamo meglio rispetto al campo, vallo a sapere. Che poi non è che ci voglia molto, eh.

La statistica della settimana

A quanto pare Theo è l’uomo più menato in circolazione, e questo induce gli arbitri ad ammonire i nostri giocatori: per creare immunità di gregge. Però insomma, è l’unico giocatore davvero buono che abbiamo, perché dovete rompercelo? Non è davvero carino da parte vostra: di tanti giocatori che abbiamo, proprio Theo dovete prendere di mira? La vostra è solo invidia: lo temete e allora lo stendete, ma lui si rialzerà #piùfortediprima, come si hashtagga in questi casi. Quindi, sappiate che per ogni botta che gli date, lui farà un’altra cavalcata dalla difesa e spaccherà la vostra traversa. Ci manchi, Theo. A dire il vero ci mancano anche Conti e Calabria, per quanto stiamo in crisi d’astinenza da calcio.

Ma come sta Ibrahimovic? Ha mangiato, è tranquillo, pensa a noi?

In sostanza siamo passati da “no, ormai è finita, Ibra se ne andrà su una montagna altissima e penserà solo alla meditazione, cercherà di raggiungere il nirvana riguardando in loop la sua rovesciata contro l’Inghilterra” a “Ibra continua giocare”. Sì, ma con che squadra? Quando ci sarà il tanto vociferato incontro con Gazidis? Non possono videochiamarsi, come tutte le persone normali? Consigliamo a entrambi questa fantastica app di nome House Party, dove ci sono anche diversi giochi disponibili. Ivan, ti conviene chiudere la chat, però: il rischio è che qualcun altro entri nella vostra conversazione, e  Galliani è sempre pronto con quella famosa proposta per portarlo al Monza.

E comunque, sui social 

Dove sognate di andare, una volta finita l’emergenza? Il Milan ce lo chiede con una foto d’annata, piena di campioni e vita all’aperto. Un tocco esotico e vintage in un periodo in cui la cosa più tropicale che riusciamo a immaginare è il nostro divano. Un modo per sognare, in campo e fuori. Perché oggi ci sentiamo tutti Aldo Serena, ma presto torneremo a sorridere come Stefano Nava.

(Leonardo Mazzeo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.