Le meraviglie in questa parte di universo. Guarda! VOTA! (Pt.1: Europa)

Guarda a destra. Dovrebbe esserci un sondaggino. E tu dovresti votare, un po’ come le primarie – ma non per il democratico più bello, no: semplicemente per il gol del Milan più bello.

“State schersando, amisci – nessuno di miei?”

Sì, è vero, abbiamo dovuto fare dolorose esclusioni, nei tempi nostri e nei tempi andati – Nordahl e Rivera ne hanno fatti a pacchi, ma purtroppo ben pochi sono documentati. Oppure, certi gol sono oggettivamente belli (Ronaldinho col Braga, per dire) ma non hanno popolato i nostri sogni quanto quelli che ti proponiamo. Dai un’occhiata e vota – eventualmente, turandoti il naso – per il più bel gol di coppa. Seguirà analogo sondaggio per la competizione locale la cui vittoria viene di solito (auto)assegnata a un paio di squadre minori.

1. Cigno in volo (Van Basten contro il Goteborg, 1992)

Ah, quanti cuoricini per questo, vero? Poco da dire, se non che il cross era di Stefano Eranio, che con le royalties si è comprato una villa.

2. Cos’è il Genio? (Savicevic contro il Barcellona, 1994)

Naturalmente, se siete interisti, siete autorizzati a dire: 1) “Era fallo” 2) “Voleva crossare” 3) “Zubizarreta era fuori posizione” 4) “Quel giorno casualmente vidi mio padre nudo e ne provai tanto turbamento”

3. Lo chiamavano Trinità (Kakà contro il Manchester Utd., 2007)

Come in un film con Terence Hill, gioco di destrezza a mandare i due babbei a scontrarsi tra loro con grande effetto comico. He belonged to Jesus – when he belonged to US.

4. “You cannot be serious” (Mexes contro l’Anderlecht, 2012)

Può un momento così sublime da sfidare la ragione, compensare un anno e mezzo di scempiaggini madornali? E’ una possibilità.

5. Early attempts at Playstation (Prati – e Rivera – Milan-Ajax, 1969)

Mica da ridere neanche la legna tirata nel primo tempo, ma dell’ultimo gol di Pierino Prati in finale di Coppa dei Campioni è da apprezzare lo scavetto con cui il Golden Boy decide di appoggiargli il pallone sulla testa. Vi hanno mai fatto un assist così?

6. Appeso a un filo (Inzaghi, contro il Liverpool, 2007)

Ok, anche il primo dei due era molto pippesco. Ma se c’è un gol che ha dato un senso all’espressione “Gioca sul filo del fuorigioco”, è sicuramente questo. En passant: a Istanbul, il serpente a sonagli non c’era. Altrimenti, con l’addome o col sopracciglio avrebbe ribadito in rete QUELLA respinta di Dudek.

 

 

 

 

2 Comments

on “Le meraviglie in questa parte di universo. Guarda! VOTA! (Pt.1: Europa)
2 Comments on “Le meraviglie in questa parte di universo. Guarda! VOTA! (Pt.1: Europa)
  1. Io ricordo che al PRIMO gol di Kaka in quella partita, da scrutatore infiltrato in un Milan club vicino a casa mia, che accompagnavo il mio migliore amico milanista, saltai sulla sedia e mi misi a gridare. Posso dire che per quanto il secondo è stato poetico, il primo è stata una dimostrazione di potenza che mi ha impressionato ancora di più. Saltai in piedi prima di parecchi milanisti. Per fortuna poi ci fu un gran chiasso, e potei risedermi costernato per quell’inspiegabile reazione senza dare nell’occhio. Ancora mi chiedo che mi abbia preso.

  2. Curiosamente ho visto in diretta solo due di questi sei gol (quelli di Kakà e Inzaghi). Concordo con Federico, il primo gol di Kakà visto dal vivo fu qualcosa di impressionante, un’incisione nella carne viva che era la difesa del Manchester. Il secondo è più classico, l’esaltante galoppata del Cavaliere Solitario, ma in diretta lo si apprezzò meno perché la regia inglese stava mostrando un replay e si perse il tamponamento tra i due difensori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.