Che auguri vi siete persi! Natale 2020

Ma allora! Ancora siete là, sul divano, a refreshare la home di MilanNews in cerca di notizie rossonere mentre digerite? Suvvia, è Natale! E a Natale lo sanno tutti che si sta con la famiglia, e che se i dpcm non lo permettono, allora si sta sui social: è proprio lì che ci siamo fatti un giro, alla ricerca degli auguri migliori che i nostri idoli hanno deciso di farci dal caldo delle loro umili dimore, al fianco dei loro giganteschi alberi. Insomma, non vi alzate ancora dal divano: ecco i post più belli.

Gigio Donnarumma

Gigio ci fa gli auguri come ce li farebbe su WhatsApp zia Concettina, tristemente fermata a casa dai dpcm: con un’immagine simil-glitterata dove si vedono robe natalizie piovere dal cielo, e con la scritta Buon Natale in oro. Donnarumma è visibilmente triste: a lui il Natale non piace molto, visto che ogni anno la nonna gli regala il più classico paio di guanti, mentre lui come tutti i ragazzini della sua età vorrebbe solo contanti. Quindi abbassa il capo, canticchia una canzone degli Zen Circus e fila in cameretta. Dategli torto.

Siete pregati di notare il prestigioso like di uominiedonneclassicoeover.

Davide Calabria

Davidino augura a tutti un buon Natale col suo maglioncino bianco e col suo sorriso altrettanto bianco.

C’è del bianco anche sull’albero di Natale, e il tutto rispecchia un po’ il suo anno rossonero: sostanzialmente senza macchie, candido e lucente. Dietro possiamo vedere anche un muro, probabilmente lo stesso eretto sulla fascia destra. La lampada accanto a lui gli serve a ricordare da dove è venuto: per noi fino a un anno fa era poco più di una suppellettile di cui avremmo fatto volentieri a meno. E invece guardalo ora, come se la ride.

Theo Hernandez

Ah! Lui invece di solito i muri li butta giù, e infatti dietro ha solo una tenda, ai piedi della quale comincia una distesa di regali della quale non vediamo la fine.

Anche Theo sceglie l’albero bianco, forse è una moda da terzini, vallo a capire. Nella foto, il Nostro è impegnato in una telefonata con zia Concettina: lei gli fa tanti auguri, e lo invita a guardare il suo WhatsApp perché gli ha mandato un video di Natale davvero divertente. Theo reagisce come da foto.

Diogo Dalot

Altro terzino, altro albero bianco: ma allora lo vedete che è una regola non scritta?!

“Diogo poco ma Diogo” Dalot mette il cappello al cane e insieme alla sua compagna, e il terzetto (il Club Diogo) ci augura buon Natale dal suo ampio salone, dove di solito si esercita dribblando proprio il pastore tedesco che infatti ha la lingua di fuori per la stanchezza. Dietro spuntano molteplici buste, come quelle che ci aspettiamo di vedergli fare agli avversari in rapida serie. Tra i commenti, ecco Giuseppe che gli rivolge le parole che ognuno di noi vorrebbe sentirsi dire la viglia di Natale: “Inizia a pensare al Benevento”.

Samu Castillejo

In tutto il suo splendore egoista, Samu Castillejo: a lui non interessa dare sfoggio di case lussuose, di alberi bianchi o di regali ammassati l’uno sull’altro; no, lui vuole ancora una volta rinfacciarci la sua bellezza, l’unica vera cosa che conta, altro che vincere.

Cardigan natalizio, collanoni dorati, sobria zazzera bionda: Samu ci guarda fisso negli occhi e noi lo amiamo ancora di più, mentre attendiamo di vederlo di nuovo destreggiarsi col suo fare nutriesco sulla fascia destra.

Brahim Diaz

Checcarina! La famiglia Diaz ci saluta tutta insieme.

Il folletto Brahim impone un total black alle donne di casa ma lui lo rompe con scarpone bianche gigantesche che forse gli fanno guadagnare qualche centimetro. Questo non gli permette comunque di raggiungere in altezza l’albero di Natale accanto a lui, che sembra immenso ma in realtà è un centrino da tavolo. Oops, ma questo è body shaming – scherziamo, Brahim! Sei bellissimo e perfetto così, ci prendiamo gioco di te come faremmo con un fratello minore, che è quello che fa anche Theo, che gli augura “Feliz Navidad nanoooo”.

Rafael Leao

Leao è il classico adolescente che non vede l’ora di finire l’ultimo boccone per svignarsela e uscire con i suoi amici in piazzetta.

Ma i dpcm tengono in casa anche lui, che resta comunque dispettoso e fa le corna, oppure è un gesto giovanile che noi non capiamo: sapete, abbiamo una certa età, più o meno quella di zia Concettina. Dietro al portoghese spicca un albero addobbato e molto appesantito, come la difesa del Sassuolo quando lo ha visto segnare dopo soli 6 secondi.

Zlatan Ibrahimovic

No, sul serio: quale altro tipo di auguri vi aspettavate da lui?

Alessio Romagnoli

Il capitano ci mermette di recuperare in serietà: l’albero che mette in mostra non è il suo, ma quello di ragazzi in difficoltà ai quali cerca di dare una mano. E non stiamo ovviamente parlando dei giovanissimi compagni di reparto.

Alexandre Pato

Auguri nostalgici con Pato, che come vedete se la passa malissimo: da quando non è più al Milan non può più permettersi alberi di Natale troppo grandi, e deve quindi ripiegare su dei baobab alti dieci metri.

Franco Baresi

Chiudiamo col solito Baresi, che su Twitter aveva già incluso gli auguri di Natale nel solito, lunghissimo commento all’ultima partita.

(Leonardo Mazzeo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.