Che facciamo? Spacchiamo qualcosa?

(di Vito Desmond Hume Nanna)

Partiamo da un aspetto comune perché poi, forse, non vi troverete d’accordo con me per quello che vi dirò.

Siamo arrabbiatissimi, sono arrabbiatissimo. L’episodio di ieri mi ha lasciato davvero interdetto, appannato, sfiancato. Fine dell’aspetto comune.

Di seguito una serie di riflessioni “comuni” seguite dal mio modestissimo e umilissimo parere.

“L’ARBITRO HA SBAGLIATO, PARTITA DA RIPETERE, MAI VISTA UNA COSA DEL GENERE!”
Andiamo con ordine. Convalidare il gol dopo il fischio sarebbe stato davvero un reato. Ma immaginate solo le proteste non solo dello Spezia ma di tutte le altre società. Non lo avrei sopportato. Detto questo, ho sempre considerato gli arbitri una categoria altezzosa, arrogante. Loro alla fine “comandano” le partite (inteso che le dirigono) (si, insomma non che le pilotino ma che debbano avere una certa autorità) (non fatemi incartare subito, su). Incolpiamo anche il sistema perché agli arbitri non è concessa un’intervista post-partita in cui analizzare gli episodi e magari ammettere o giustificare certi errori. Ieri abbiamo trovato un arbitro, che sicuramente sarà una bravissima persona, che forse stava starnutendo mentre la palla andava verso Messias, forse si è trovato un moscerino in bocca e lo ha sputato mentre aveva il fischietto fra le labbra… non so cosa abbia spinto il sig. Serra a fischiare ma so per certo che si è reso conto dello sbaglio e dalla sua bocca è uscito fuori un (a mio avviso) commovente “SCUSA, SCUSATE!”. Ora, cosa vuoi dire ad un uomo che ti chiede scusa 700 volte per un errore commesso? Cosa? Vuoi tagliargli la testa in Piazza Duomo? Dai, ragazzi. A me di “Scusa” nella vita ne basta una sola. Poi finisce lì, senza rancore, senza problemi. Sto povero cristiano non sapeva più cosa fare dopo l’errore. Che non si sia mai vista una cosa del genere lo sappiamo. Ciò che non si è mai visto è un arbitro in preda al panico dopo un errore. Siamo abituati a gente impettita con manie di protagonismo. E poi, avete mai visto Cerci chiedere scusa per lo scempio che combinava quando giocava con noI? o Kalinic per i gol che sbagliava? o Montolivo dopo la punizione in Verona – Milan calciata in fallo laterale o un qualsiasi altro calciatore chiedere scusa per un errore commesso? E di errori ne abbiamo visti, in questi anni.

“DOBBIAMO FARE LA VOCE GROSSA! FARCI SENTIRE NELLE SEDI OPPORTUNE! GALLIANI LO AVREBBE FATTO”
E infatti con Galliani dirigente Muntari fece un gol regolare e perdemmo uno scudetto. Dai su, ragazzi. Cominciamo a far scemare la rabbia. Preferisco un sesto posto con un signore come Maldini e con un allenatore equilibrato come Pioli piuttosto che fare il Mourinho di turno, il S. Inzaghi, il Gasperini che a intervalli regolari fanno la sfuriata e la recriminazione solo per ottenere l’aiutino la domenica successiva. Dobbiamo ricompattarci subito e incanalare tutto sulle prossime 2 sfide. Le lacrime, le proteste, le interviste al veleno, i complottismi e i tabelloni fracassati (con l’approvazione dei telecronisti, perché “si sa che è fatto così”) io li lascerei agli altri.

“PIOLI NON SA LEGGERE LE PARTITE! HA SBAGLIATO ANCORA I CAMBI!”
Scommetto che il vostro livello di abilità in football manager è altissimo. Ieri la partita l’abbiamo fatta noi, su questo non ci piove. Eravamo bloccati nel secondo tempo, soprattutto a centrocampo dove c’era una zona buia che andava da Bakayoko a Diaz passando per Krunic. Pioli ci ha visto giusto e ha spostato il gioco sulle fasce, bloccando la parte centrale del campo e lasciando avanti gli altri, per allargare lo Spezia. Sta storia dei cambi è inverosimile. Leao era stremato e Saelemaekers per il nostro gioco spende sempre tantissime energie. Messias è e sarà sempre un cambio offensivo e guarda caso il gol è (era) arrivato da lui. Piuttosto mi concentrerei sul buon rientro di Rebic e di Calabria, ne avremo tanto bisogno da qui in poi.

“CONTRO LO SPEZIA BISOGNAVA VINCERE 3-0 AL PRIMO TEMPO!”
Mi spiace deludervi o darvi una notizia shock: ci sono partite che si vincono anche 2-1 (come ieri), 1-0, 3-2 al 90’. Eravamo reduci da 13 gol nelle ultime 4 partite e mi sembra che ieri con un portiere in forma normale, sarebbe finita così. Capita eh.
Non ricordo altre affermazioni su cui fare il bastian contrario, resta la rabbia comune, che è tanta. Ve lo assicuro. Resta il mio milanismo semplice e passionale, in cui si è sempre uniti. Vi confesso però che alle volte mi guardo attorno e mi sento come la Gif di John Travolta in Pulp Fiction. Mi ripeto che non fa niente. Non fa niente. Non fa niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.